Dente Del Giudizio – Quando si consiglia di rimuoverlo Dente Del Giudizio

I denti del giudizio sono i terzi  e di conseguenza gli ultimi  molari che spuntano nelle due arcate dentarie. Il loro nome è“ottavi”, essi  infatti devono il loro nome “del giudizio” all’età in cui solitamente erompono, ovvero  tra i 18 ed i 25 anni, un’età viene appunto definita ” del giudizio”.

DENTE DEL GIUDIZIO

 

Quando compaiono?

I  quattro denti del giudizio stabiliscono il completamento della dentizione permanente e  in condizioni normali occupano l’ultima posizione a destra e a sinistra di ogni arcata dentale.

Non è però raro che uno o più denti del giudizio, rimangano inglobati nell’osso e nella gengiva senza “spuntare” . In questo caso siamo davanti ad una condizione nota come ipodonzia (ovvero quando i denti del giudizio sono meno di 4).

Altre volte può succedere che i denti del giudizio non completano il proprio sviluppo non trovando lo spazio sufficiente per concludere la crescita e  rimangono nell’osso mascellare o mandibolare. Questa condizione puòportare alla formazione di infiammazioni croniche, tanto da rendere necessaria l’estrazione dello stesso dente

il dolore dente del giudizio

simile: sbiancamento denti

Perché esistono?

I denti del giudiziosono da considerare inutili sia ai fini della masticazione che dell’estetica. Essi sono un patrimonio genetico arrivatoci dagli antichi ominidi che avendouna dieta (composta da carni crude ed alimenti duri  i nostri antenati necessitavano di denti che facilitassero loro la masticazione di questi alimenti.

Nell’epoca moderna, invece, le mandibole sono andate incontro ad una vera e propria evoluzione al contrario che le ha portate ad essere  meno sviluppate rispetto al passato, impedendo così il corretto sviluppo dei denti del giudizio.

Quando vanno estratti?

Non sempre è necessario estrarre uno o più denti del giudizio, ma in alcuni casi si rivela indispensabile, ad esempio quando questi ultimi sono colpiti da carie o altre patologie , quando sono gravemente danneggiati da ascessi dentali, cisti o granulomi o quando cresce cresce in modo scorretto o non è allineatoagli altri denti in quanto potrebbe essereesposto al rischio di carie, mal di denti, gengive gonfie ed infiammate e, nei casi più gravi, ascesso dentale.

Il mancato o incompleto sviluppo dei denti del giudizio può causare mal di denti ed infiammazioni alle gengive (pericoronite).

Un dente del giudizio non completamente esposto può minare la salute e la stabilità degli altri denti: non trovando spazio a sufficienza infatti i denti del giudizio premono verso gli altri provocando denti stortie difficoltà masticatorie

Se un dente del giudizio rimane incluso, ovvero incastrati nell’osso , può predisporre allo sviluppo di cisti che, favoriscono infezioni e possono indebolire l’osso.

Quando i denti del giudizio crescono orizzontalmentespingono sui secondi molari, provocano dolore.

A volte i denti del giudizio possono essere in  soprannumero: ovvero sono più di quattro. Anche in questo caso, l’estrazione è l’unica soluzione.

I denti del giudizio rotti o scheggiati andrebbero assolutamente estratti in quanto potrebbero favorire la penetrazione dei batteri, ponendo le basi per la formazione di pulpiti e granulomi dentali senza avere di fatto una utilità vera e propria

Leave a Reply